News & Eventi

Vai a News

I SOLISTI AQUILANI ospiti degli Amici della Musica di Palermo e della Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma

Hanno appena festeggiato i 50 anni di attività, nella loro città d'elezione, circondati dai musicisti che hanno costruito la loro storia e tornano, nei prossimi giorni, alla vocazione originaria: portare la loro musica nei teatri più prestigiosi in Italia e nel mondo.

Il 7 e 8 maggio I Solisti Aquilani saranno a Palermo, al Teatro Politeama, ospiti della stagione concertistica della Associazione Amici della Musica di Palermo e il 12 maggio a Roma, nell'Aula Magna della Università La Sapienza, sede ufficiale della Istituzione Universitaria dei Concerti.

In programma la Sinfonia n. 10, il Concerto per violino, pianoforte e archi in re min., il Concerto per violino e archi in re min. di di Felix Mendelssohn-Bartoldy e di Sergej Prokofiev le “Visions fugitives” trascritte per archi di Rudolph Barshai.

Direttore e violino solista il grande interprete israeliano Shlomo  Mintz.

Ad affiancarlo nei concerti di Palermo il pianista Roberto Prosseda e in quello di Roma Daniele Orlando, primo violino del Complesso.

 

“Collaborare con grandi artisti rappresenta ogni volta un nuovo tassello di quel percorso di qualità artistica che da anni I Solisti Aquilani realizzano con grande determinazione. Suonare con Shlomo Mintz, uno dei più grandi violinisti al mondo, suonare a Palermo e Roma per due tra le più importanti istituzioni concertistiche italiane, è motivo autentico di orgoglio” –  afferma il Direttore Artistico dei Solisti Aquilani Maurizio Cocciolito.

 

Considerato uno dei maggiori violinisti del nostro tempo, stimato per la sua impeccabile musicalità, versatilità stilistica e padronanza tecnica, Shlomo Mintz a  undici anni ha debuttato con la Israel Philharmonic Orchestra e a sedici anni ha debuttato alla Carnegie Hall di New York con la Pittsburgh Symphony Orchestra. Suo mentore fu il grande violinista Isaac Stern. Ha poi continuato gli studi con Dorothy DeLay alla Juilliard School of Music di New York. Ha collaborato con direttori storici come Sergiu Celibidache, Pablo Casals, Eugene Ormandy, Claudio Abbado, Lorin Maazel, Mistislav Rosptropovich, Carlo Maria Giulini e continua a collaborare con le orchestre più celebri e i direttori più noti della scena internazionale, esibendosi in recital e concerti di musica da camera in tutto il mondo. Ha vinto numerosi premi prestigiosi, quali il Premio Accademia Musicale Chigiana di Siena, il Diapason d’Or, il Grand Prix du Disque, il Gramophone Award e l’Edison Award. Nel 2006 ha ricevuto la laurea honoris causa dall’Università Ben-Gurion di Beersheba. Shlomo Mintz ha aggiunto al suo curriculum artistico il ruolo di direttore d’orchestra dirigendo le più importanti orchestre internazionali.

Roberto Prosseda ha guadagnato una notorietà internazionale in seguito alle sue incisioni Decca dedicate a musiche inedite di Felix Mendessohn. Ha suonato come solista con la London Philharmonic, la Gewandhaus Orchester, la Filarmonica della Scala, l'Orchestra di Santa Cecilia, la Royal Liverpool Philharmonic, la Philharmonie di Berlino e tante altre ancora. Dodici sue incisioni sono state incluse nei cofanetti Piano Gold e Classic Gold della Deutsche Grammophon.  Attivo nella promozione della musica italiana del Novecento e contemporanea, ha inciso l'integrale della musica pianistica di Petrassi, Dallapiccola e Aldo Clementi. Si occupa anche di ricerca e divulgazione musicale. E' coautore di tre documentari dedicati a Mendelssohn, Chopin e Liszt, con la regia di Angelo Bozzolini, prodotto da RAI Educational ed è autore del volume “Guida all'ascolto della musica pianistica” (Curci editore).

Di ritorno da Palermo e prima di approdare a Roma, I Solisti Aquilani si esibiranno a L'Aquila, venerdì 11 maggio, per la conclusione della rassegna “Musica per la città” - Auditorium del Parco, ore 18.00 - con gli  stessi ospiti e lo stesso programma.