News & Eventi

News & Eventi

Il jazz è musica d’improvvisazione, musica di sentimenti, profondamente radicata in me. Ho scelto di trasmettervi questa musica dal vivo per cercare di conservare l’emozione del momento”.E sarà cosi  anche a L’Aquila, per l’ultimo appuntamento de I Cantieri dell’Immaginario, affidato a I Solisti Aquilani - diretti per l’occasione da Stefano Fonzi - che avranno l’onore di esibirsi a fianco di Dee Dee Bridgewater e del suo mitico Quintetto, formato da Theo Croker, tromba; Irwin Hall, sax; Eric Wheeler basso; Michael King, piano e Kassa Overall, batteria.

Un’estate colma di impegni per I Solisti Aquilani. Dopo aver inaugurato I Cantieri dell’Immaginario, con un programma dedicato alla musica del Settecento e aver animato uno dei Salotti della Settimana Mozartiana, saranno il 26 luglio a Pomposa, nell’ambito dell’Emilia Romagna Festival, con il Trio costituito da Daniele Orlando, Federico Cardilli, violini e Giulio Ferretti, violoncello e due prestigiosi solisti: Ramin Bahrami e Massimo Mercelli.

“L’unico luogo che non ha barriere è l’immaginazione”, recita così lo spot , che va dritto al cuore, realizzato per I Cantieri dell’immaginario dal Centro Sperimenale di Cinematografia- Sede Abruzzo.

La rassegna, giunta alla terza edizione, animerà il centro storico dell’Aquila, ancora imbrigliato in scheletri di ferro e legno, dal 14 luglio al 13 agosto. Musica, teatro, danza, mostre porteranno suoni, immagini e parole in spazi ancora silenti, ma pronti ad animarsi e liberasi attraverso l’immaginazione.

Prestigiosi solisti, il raffinato trio de I Solisti Aquilani, costituito da Daniele Orlando, Federico Cardilli, violini e Giulio Ferretti, violoncello e una delle pagine più “intriganti” di Johann Sebastian Bach , l’Offerta Musicale, per la Settimana Mozartiana.

Ancora una vetrina prestigiosa nella Capitale, per I Solisti Aquilani che il 21 giugno saranno di nuovo a Roma al Ninfeo di Villa dei Quintili, sull’Appia Antica, dove si esibiranno nell’ambito del Festival Euromediterraneo.

Un grande musicista, Giorgio Carnini, l’ensemble dei Solisti Aquilani e raffinate partiture per i tre appuntamenti che l’Associazione dedica ad uno strumenti tra i più suggestivi ed evocativi della famiglia strumentale musicale: l’organo. Prima tappa a L’Aquila, 11 giugno, presso il Conservatorio “A. Casella”, alle ore 18,00. Sarà poi la volta di Teramo, il 12 giugno, nella Cattedrale, alle ore 21,00 e infine di Roma, il 13 giugno, nella straordinaria cornice della Basilica dei Santi Apostoli, ore 21,00.

Il musicista ungherese sarà a Roma per l'unico evento italiano che celebra il suo settantesimo compleanno: un concerto gratuito l'8 giugno all'Accademia d'Ungheria, in cui i Solisti Aquilani diretti Vittoriano Vinciguerra affronteranno alcuni pezzi del suo repertorio cameristico includendo anche tre composizioni in prima esecuzione italiana.

Nell’ambito della stagione concertistica 2014, dal suggestivo titolo “Musica per la città”, I Solisti Aquilani ospitano lo spettacolo TANGO ARGENTINO, IL QUINTO ELEMENTO, a conferma della ricchezza dell’offerta artistica del cartellone, attenta sia ad un pubblico giovane che ad un pubblico più legato alla tradizione musicale classica. 

Dopo il concerto dedicato a San Patrizio, patrono dell’Irlanda, e affidato ad un gruppo di giovani musicisti, I Solisti Aquilani tornano a “giocare” con il calendario ed ospitano, nella loro stagione, l’Ensemble Les Elements, vincitore del Concorso Internazionale di Musica Antica “Maurizio Pratola” che si svolge a L’Aquila ed è promosso dal Conservatorio A. Casella e dalle maggiori istituzioni musicali della regione.

Appuntamento da non perdere quello con I Solisti Aquilani, in cartellone il 16 aprile. Si tratta dell’ormai tradizionale Concerto di Pasqua, che l’Associazione dedica alla città, in un momento ancora difficile per tutti, in segno di solidarietà e di speranza. Di grande suggestione il programma proposto che si snoda lungo le partiture di musica sacra.

Data di Attivazione: mar 08 apr, 2014
Data di Scadenza: gio 08 mag, 2014

Il bando si rivolge ad artisti esordienti, gruppi di recente formazione, soggetti impegnati in nuovi percorsi di ricerca.
Saranno selezionati progetti di spettacoli/eventi che siano inediti e multidisciplinari proposti da autori e responsabili del progetto, che a qualsiasi titolo (registi, attori, drammaturghi, scenografi, musicisti, coreografi, danzatori, performers, tecnici e qualunque altro ruolo) non devono avere compiuto i 35 anni di età.