Attività Concertistica

Vai a Concerti

I SOLISTI AQUILANI & VERA BETHS


con il mezzosoprano Lucia Napoli

per "Musica per la Città" 2019/2020


Data e luogo

L'Aquila, martedì' 26 novembre 2019 - Auditorium del Parco ore 18,00


Artisti

I SOLISTI AQUILANI

VERA BETHS, violino

LUCIA NAPOLI, mezzosoprano


Brani

W. A. MOZART, Divertimento n. 1 in re maggiore K 136

J. S. BACH, Concerto per due violini, archi e b.c. BWV 1043 (solisti: VERA BETHS e DANIELE ORLANDO, violini)

R. NAMAVARN,  "Matapararu" per violino e archi

L. BOCCHERINI, Stabat Mater (mezzosoprano LUCIA NAPOLI)

Curricula

Vera Beths è nata ad Haarlem, in Olanda. Ha ricevuto le sue prime lezioni di violino da suo padre, GijsBeths, e ha continuato i suoi studi con Herman Krebbers al Conservatorio di Amsterdam. Nel 1969 ha vinto il primo premio del concorso nazionale olandese Oskar Back, e nello stesso anno ha ricevuto il Prix d'Excellence . Vincere il premio Oskar Back le ha permesso di studiare a New York con Ivan Galamian.

Si è esibita come solista con molte orchestre famose. Ha un vivo interesse per la musica contemporanea e ha ispirato compositori come Peter Schat, Louis Andriessen, Geert van Keulen e Philip Glass che hanno scritto per lei. Oltre alla musica classica e contemporanea, è anche attiva nel campo della pratica dello spettacolo storico. Insieme a suo marito, il violoncellista AnnerBijlsma, e con il violinista JürgenKussmaul ha fondato l'ensemble Archibudelli, uno dei principali gruppi di musica antica negli anni '80 e '90. 

Per la serie Vivarte della Sony Classical, Archibudelliha realizzato numerosi CD (spesso collaborando con i SmithsonianChamberPlayers), : molti di questi hanno ricevuto premi prestigiosi. Vera Beths suona uno Stradivarius del 1727

Lucia Napoli

Si è diplomata in violino e in canto con il massimo dei voti presso i Conservatori di Musica «F. Morlacchi» di Perugia e «G. B. Pergolesi» di Fermo. Si è perfezionata in violino con Corrado Romano, Giulio Franzetti e Alessandro Cervo. Si è specializzata in belcanto, musica barocca e da camera presso l’Accademia «Arturo Toscanini» di Parma e con artisti quali Sara Mingardo, Dalton Baldwind, Micheal Aspinall e Gioacchino Zarrelli. È risultata vincitrice di diversi concorsi di canto, tra cui il Concorso Internazionale di Canto Barocco «Francesco Provenzale» presso il Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini di Napoli, il Concours International de Chant de Clermont-Ferrand, il Concorso Città di Cagli e quello Città di Terni. Apprezzata interprete del repertorio barocco, Lucia Napoli è protagonista di un’intensa attività concertistica ospite di festival prestigiosi in molte delle sale da concerto tra le più importanti al mondo: Tokyo Opera City Concert Hall, Yokohama Opera City Concert Hall, Concertgebouw Amsterdam, Kölner Philarmonie, Musikfet Bremen, Teatro «La Fenice» di Venezia, Wiener Konzerthaus – Festival di Musica Antica Resonanzen di Vienna, Festival AMUZ di Anversa, Summer Internationale Barocktage Stift Melk, MiTo Settembre Musica, Piccola Accademia Montisi, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Settimane Musicali dell’Olimpico di Vicenza, Amici della Musica di Padova, Società del Quartettodi Vicenza, Kiel Opera House, Sagra Musicale Umbra, Ravenna Festival, Maggio Musicale Fiorentino, Teatro della Pergoladi Firenze, Salzburger Festspiele, White Light Festival Lincoln Center New York, Festival Villa Solomei, Accademia Filarmonica Romana, Reate Festival etc. Vanta collaborazioni artistiche con celebri direttori quali Riccardo Muti, Gustav Leonhardt, Sigiswald Kuijken, Sir J. E. Gardiner, Pàl Nemeth, Paul Dombrecht, Giulio Prandi, Alessandro Quarta, Christopher Hogwood, Fabio Ciofini, Franz Brüggen, Michael Radulescu, Umberto Benedetti Michelangeli, Sergio Balestracci, Philippe Herreweghe, Yannik Nézet-Séguin, Edo de Waart, Kaspar Putnis, Jos van Immerseel, Francesco Cera, Fabio Bonizzoni, Massimo Mazzeoni, Matteo Messori ed altri. Ricopre il ruolo di solista in alcuni dei più importanti ensemblesdi musica antica sia italiani che europei, quali La Petite Bande, Divino Sospiro, La Risonanza, La Venexiana, Cappella Augustana, Ensemble Arte Musica, De Labyrintho, Concerto Romano, RossoPorpora, La Stagione Armonica. Ha inciso Das neugeborne Kindelein (Accent), Luther in Rome e Sacred music for the Poor (Christophorus), Se con stille frequenti (Arcana), Biagio Marini, Madrigali et Sinfonie op II (Tactus), Gesualdo, Tenebrae Responsoria e Sigismondo D’India. Musiche a una e due voci (Brilliant Classics). E ancora, quale componente di Collegium Vocale Gent, ensemble attivo in tutto il mondo, col quale collabora stabilmente da oltre un decennio: Carl Orff – Carmina Burana (Outhere), Beethoven Symphony No. 9 (Pentatone), Igor Strawinsky – Threni – Requiem Canticles, J. Haydn – Die Schöpfung, J. Haydn – Die Jahreszeiten, J. Brahms – Werke für Chor und Orchester” (PHI). Ha interpretato i ruoli di Penelope, Ottavia e Speranza rispettivamente ne Il Ritorno di Ulisse in Patria, L’Incoronazione di Poppea e L’Orfeo di C. Monteverdi, Dido in Dido and Aeneas di H. Purcell, Junon in Acteon di M. A. Charpentier, Apollo ne La Divisione del Mondo di G. Legrenzi, Mariuccia ne I Due Timidi di N. Rota, Clarina ne La Cambiale di Matrimonio di G. Rossini. Lucia Napoli si esibisce inoltre nel repertorio da camera di ‘800 e ‘900 con importanti artisti quali il pianista Marco Scolastra, apprezzato solista di fama internazionale impegnato in una intensa attività concertistica nei festival più importanti d’Europa. Nel 2016 ha fondato assieme al pianista Sergio de Simone, Head of Piano Department presso il Trinity Laban College di Londra, e al violista Gianluca Saggini, attivo in prestigiose orchestre quali I solisti Aquilani e i Berliner Philharmoniker, il Trio Con-Corde con cui si è già esibita in occasione dei festeggiamenti per l’anniversario della morte di Giancarlo Menotti. Dal 2012 Lucia Napoli tiene conferenze di storia della musica presso associazioni culturali della provincia di Viterbo.