Attività Concertistica

Vai a Concerti

I SOLISTI AQUILANI & MARCO RIZZI


all'Auditorium del Parco dell'Aquila

per Musica per la Città 2018/2019


Data e luogo

L'Aquila,  15 febbraio, venerdì - Auditorium del Parco ore 18.00


Artisti

I SOLISTI AQUILANI

MARCO RIZZI, violino e Konzertmeister


Brani

EUGÈNE YSAŸE, “Amitié op. 5 per due violini e orchestra (trascrizione per orchestra d'archi di Dan Dediu)

                       (solisti: Marco Rizzi, Daniele Orlando)

KARL AMADEUS HARTMANN, “Concerto funebre” per violino e archi (solista: Marco Rizzi)

PËTR IL'IC CIAIKOVSKI, Serenata per archi op. 48

Curricula

“… un violinista di prima classe, con una ricca tavolozza di suoni, una bella tecnica ed un affascinante legato cantabile, un musicista di sorprendente onestà e maturità…” (STRAD)

Premiato nei 3 concorsi più prestigiosi per violino – il Čaikovskij di Mosca, il Queen Elizabeth di Bruxelles e l’Indianapolis Violin Competition – Marco Rizzi è particolarmente oggi apprezzato per la qualità, la forza e la profondità delle sue interpretazioni. Dopo aver studiato con G. Magnani, S. Accardo e W. Liber¬man ed essendosi diplomato con lode e menzione speciale ai conservatori di Milano ed Utrecht, viene riconosciuto come uno dei più interessanti violinisti della nuova generazione e gli viene conferito su indicazione di C. Abbado 1’”Europäischen Musikförderpreis nel 1991.

Marco Rizzi è in Italia considerato uno dei musicisti più apprezzati del paese, e la sua attività artistica viene seguita con entusiasmo. Regolarmente ospite delle sale più prestigiose come la Scala di Milano, la Salle Gaveau e la Salle Pleyel a Parigi, il Lincoln Center di New York, la Sala Grande del Conservatorio di Mosca, la Musikhalle di Amburgo, il Tivoli di Copenhagen, il Concertgebouw di Amsterdam, la Konzerthaus di Berlino, ha collaborato con direttori quali R. Chailly, H. Vonk, A. Ceccato, V. Jurowski, P. Eötvös, e con rinomate orchestre quali la Staatskapelle Dresden, la Indianapolis Symphony Orchestra, la Royal Liverpool Philharmonic, l’Orchestre de Concerts Lamoreux, la Hong Kong Philharmonic, la Rotterdam Philharmonisch, l’Orquesta RTVE di Madrid, la BBC Scottish, la Nederlands Philharmonic, e numerose altre.

Violinista in continua evoluzione, Marco Rizzi fa conoscere al suo pubblico capolavori inusuali come la Sonata di B. Walter oppure il Concerto di J. Adams. Si inquadrano in questa linea le sue incisioni dedicate alla musica italiana per violino e pianoforte del ‘900 che, come la sua incisione delle Sonate e Partite di J.S. Bach, hanno riscosso entusiastici consensi nel mondo musicale.

All’attività solistica Marco Rizzi affianca una dimensione cameristica vissuta con passione; con partner come A. Lucchesini, M. Brunello, L. Zylberstein, G. Hoffman, N. Imai, etc. è spesso ospite di prestigiosi Festival cameristici internazionali, come al Festival di Lockenhaus in Austria con G. Kremer.

In ambito didattico ha insegnato dal 1999 alla Hochschule für Musik a Detmold ed è stato chiamato nell’ottobre 2008 alla Hochschule für Musik a Mannheim. Inoltre dal Settembre 2007 è professore titolare alla prestigiosa Escuela Superior de Musica Reina Sofia di Madrid. Marco Rizzi è giurato di importanti concorsi internazionali come il Concorso J. Joachim di Hannover, il Concorso Queen Elisabeth di Bruxelles oppure il Concorso Paganini di Genova, e vari suoi allievi sono stati premiati in rinomati concorsi internazionali.

Marco Rizzi attualmente suona un violino P. Guarneri del 1743, messo a disposizione dalla Fondazione Pro Canale Onlus.