Attività Concertistica

Vai a Concerti

I SOLISTI AQUILANI diretti da Gabriele Bonolis


Concerto di chiusura delle celebrazioni del 50° anniversario della fondazione dei Solisti Aquilani

prime esecuzioni di Capogrosso e Vacca


Data e luogo

L'Aquila, 14 dicembre, venerdì  - Gran Sasso Science Institute, Rettorato ore 17.00


Artisti

I SOLISTI AQUILANI

GABRIELE BONOLIS, direttore

DANIELE ORLANDO, violino 


Brani

ROBERTA VACCA , “Alone”, per ensemble d’archi e violino concertante (commissione dei Solisti Aquilani - prima esecuzione assoluta)

FABIO MASSIMO CAPOGROSSO , “Salvador”-impressioni surrealiste-cinque miniature per orchestra d’archi     (commissione dei Solisti Aquilani - prima esecuzione assoluta)       

Curricula

Di recente insignito su indicazione del Maestro Morricone del “Premio Internazionale Ennio Morricone per la Pace” ideato da Marcello Filotei, Gabriele Bonolis è un direttore particolarmente versatile: ampio è il suo repertorio operistico e sinfonico del XIX, del XX secolo e contemporaneo. Molteplici le sue esperienze nella musica d’uso per il teatro e per il cinema.
Ha diretto: Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, Czech National Symphony Orchestra, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra della Toscana, Bulgarian Symphony Orchestra, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Istituzione Sinfonica Abruzzese, Orchestra Metropolitana di Bari, I Solisti Aquilani, I.C.O. di Bari, Icarus Ensemble, Orchestra di Roma e del Lazio, Ente Lirico di Cagliari, Ente Concerti Marialisa de Carolis di Sassari, Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, Gruppo Musica d’Oggi, Roma Sinfonietta, con solisti come Luis Bacalov, Elizabeth Norberg Schulz, Andrea Bacchetti, Maurizio Zanini, Giuseppe Andaloro, Charlie Siem.

Come violoncellista si è esibito in Italia, Canada, Norvegia, Francia, Marocco, Brasile, Scozia, Giappone e USA.

Frequenti le sue collaborazioni con istituzioni musicali come Festival dei Due Mondi di Spoleto, Accademia Musicale Chigiana, Fondazione Teatro delle Muse, Teatro Donizetti di Bergamo, Musica per Roma, Royal Opera House di Muscat (Oman), Festival MITO, Ruhrtriennale, Dresden Semperoper, Reate Festival e Teatro Marrucino, al fianco di artisti come Roman Vlad, Alessio Vlad, Bruno Bartoletti, Mirella Freni, Ennio Morricone e Hans Werner Henze col quale collabora per le opere liriche Gogo no eiko (Festival dei Due Mondi 2010) e Gisela! (Ruhrtriennale 2010 e Dresden Semperoper 2010).

Nel 2015 il Teatro delle Muse di Ancona gli affida La Bohème di Giacomo Puccini con la FORM; nello stesso anno è il primo musicista a dirigere un concerto sinfonico nelle stazioni della nuova Metro C di Roma alla guida dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma: l’evento, intitolato “NON ABBIAMO PIANTO – Uscire dal ghetto: gli artisti di Terezín parlano col nostro tempo”, ideato dall’Associazione SHE LIVES, riceve forte attenzione mediatica e viene trasmesso in diretta nazionale da Rai Radio 3.

Negli ultimi due anni molti i suoi importanti e felici debutti: Un’infinita primavera attendo (opera lirica; libretto di Sandro Cappelletto e musica di Daniele Carnini) – Accademia Filarmonica Romana; Operagalla (Galà Lirico per Opera Rogaland – Stavanger, Norvegia); Il colore del sole (opera lirica – libretto di  Andrea Camilleri e musica di Lucio Gregoretti) – XVII Festival Pergolesi Spontini e Teatro Pavarotti di Modena; I due timidi e La notte di un nevrastenico  di Nino Rota (Reate Festival);  Una serata con Ennio Morricone (I.U.C. di Roma).

Nel gennaio 2018 dirige per l’Accademia di Santa Cecilia l’opera lirica ispirata al Diario di Anna Frank Anna e Zef (libretto di Ad de Bont, musica di Monique Krüs, regia di Cesare Scarton) presso la Sala Petrassi del Parco della Musica di Roma per il Giorno della Memoria; a febbraio è nuovamente ospite di Opera Rogaland (Norvegia) con La Bohème di Puccini e Die Fledermaus di J.Strauss. Nel mese di giugno è impegnato con La buona figliola (La Cecchina) di Niccolò Piccinni. Vincitore del Mario Nascimbene Awards 2003 (Roman Vlad presidente), concorso di composizione per musica da film, Gabriele Bonolis è titolare della cattedra di Musica da Camera presso il Conservatorio “N. Sala” di Benevento.

Fabio Massimo Capogrosso (Perugia, 1984)

Si sta distinguendo, nel panorama della musica contemporanea italiana, come uno dei compositori più interessanti della sua generazione. Inizia giovanissimo lo studio del pianoforte affermandosi immediatamente in diversi concorsi nazionali ed internazionali: vince il Primo premio assoluto al "Concorso Internazionale per giovani interpreti" di Cassino e il Primo premio al "Concorso Nazionale Città  di Vasto". L'unione di una certa vivacità musicale e culturale con un sempre crescente spirito di sperimentazione, lo porta ad intraprendere lo studio della composizione e, sotto la guida del Maestro Sergio Prodigo, consegue nel 2008 il diploma accademico di I Livello con il massimo dei voti e la lode. Nel 2009 si impone come “Most Accomplished Musician”, nella categoria compositori, all’IBLA Grand Prize Competition ottenendo anche una special mention. Nell’ottobre del 2011, con l’esecuzione da parte dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese del brano Ad Perpetuam Rei Memoriam, consegue la laurea specialistica di II livello in composizione sempre con il massimo dei voti e la lode. Durante il percorso di studi frequenta masterclass tenute da Marco Angius, Matteo d’AmicoCarlo CrivelliGiancarlo Schiaffini e studia orchestrazione con Alessandro Cusatelli. Nel 2015, con il brano 4 Miniature per 4 Strumenti a Fiato, vince il Bassoon Chamber Music Composition Competition negli Stati Uniti d’America. Nel marzo del 2016 viene invitato a Tampa come vincitore del Call for score del New Music Festival indetto dall’University of South Florida. E' stato ospite presso Festival nazionali ed internazionali come le Domeniche in Musica dell'Accademia Nazionale di Santa CeciliaSuoni delle Dolomiti, I concerti della Scuola Normale Superiore di Pisa, I concerti degli Amici della Musica di Verona, San Francisco International Piano Festival, Rebecca Penneys Piano Festival, Villa Pennisi in MusicaPietre che Cantano, il festival Internazionale di Mezza Estate; e in teatri come il Grande di Brescia, il Parco della Musica di Roma, il Cilea di Reggio, il Palladium di Roma, Britton Recital Hall dell'Università del Michigan, Barness Music Recital Hall dell'Università della Florida del Sud. Ha lavorato con artisti come Carlo Boccadoro, Pamela VilloresiMarius BizauGianfranco Rosi . Sue composizioni sono state eseguite in Italia, Spagna, Germania, Polonia, Belgio, Florida, California, Michigan Korea del Sud da ensemble di chiara fama, tra cui: Sentieri SelvaggiSestetto Stradivaridell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Quartetto FalstaffRed4Quartet dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, President’s Trio dell’University of South Florida, Strings & HammersTrio Solotarev; e da musicisti come Sesto Quatrini, Anastasia Feruleva, Alessandro Soccorsi, Mara Oosterbaan, Dario Flammini, Edevaldo Mulla, Mina Mijovic, Eunmi Ko, Nina Kim, Conor Nelson, Emily Diez, Kevin Schempf e Susan Nelson McNamee. E' docente di teoria dell'armonia ed analisi presso il conservatorio E. R. Duni di Matera.  Le sue composizioni sono pubblicate da Edizioni Curci (Milano) e Imagine Music (New York).

Roberta Vacca – pianista e compositrice, ha compiuto i suoi studi tra il Conservatorio di Musica “A. Casella” – L’Aquila, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia – Roma e l’Accademia Chigiana – Siena. Ha ricevuto premi e riconoscimenti in importanti concorsi Nazionali ed Internazionali. Nel 2003 è stata scelta per rappresentare l’Italia all’Internatonal Rostrum of Composer e nel 2004 per il XXVI Foro Internacional de Música Nueva “Manuel Enríquez” in Messico. E’ stata compositrice residente presso la Mac Dowell Colony (U.S.A.), presso la Fondazione Bogliasco e presso la Residenza d’Artista “Le Ville Matte”. Ha al suo attivo diversi lavori, eseguiti in Italia e all’estero e presenti in raccolte discografiche di varie etichette. Ha avuto commissioni da importanti Festival, Società Concertistiche e Teatri, oltre che da diversi solisti, ensemble e orchestre. Ha collaborato con il centro di produzione e di ricerca elettroacustica Istituto Gramma (L’Aquila), con lo Studio Harries-Hèder (U.S.A.) e con vari artisti per progetti sulla musica elettroacustica e d’arte visiva interattivi, ottenendo premi e riconoscimenti. Alcune sue composizioni sono pubblicate dalle case editrici Ars Publica, Twilight e RAI Trade, con cui ha realizzato anche due monografie discografiche e due CD di sue opere. Nel 1995 ha fondato il Gruppo Teatrale Burattinmusica, con cui cura produzioni basate sul teatro musicale di figura, presenti nelle più importanti rassegne del settore. E’ docente di ‘Teoria, Ritmica e Percezione Musicale’ presso il Conservatorio di Musica “A. Casella”.